territorio

il nostro territorio

Tutte le sfumature di una magica tavolozza sono servite per colorare i luoghi fantastici che amiamo descrivere. Scendendo dalla ligure riviera di Levante, con Deiva Marina, Bonassola e Levanto affrescate dai loro suggestivi panorami e dalle spiagge così uniche, si approda con gioia al paesaggio verticale delle Cinque Terre e del loro Parco nazionale. Luoghi capaci di incantare con le brillanti tinte e col pittoresco dedalo di sentieri, scalette e vicoli che ne caratterizzano i cinque borghi; in essi si percepisce fino in fondo l’aroma della macchia mediterranea, della vite e dell’olivo che i terrazzamenti regalano alla vista da centinaia di anni. Poi Porto Venere, che abbraccia con il suo storico castello il lato ad ovest del Golfo dei Poeti, dove La Spezia fa da faro e osserva dall’altra parte Lerici, anch’esso protetto dalle mura edificate nel Medioevo, fra torri e balaustre, spiagge di sabbia e di scogli. Di fronte, riflesse nello specchio del mare più limpido, le quasi incontaminate isole Palmaria, Tino e Tinetto. Dall’alto il Parco di Montemarcello veglia il territorio, mentre per raggiungere i suoi arenili selvaggi e fantastici, vengono messi alla prova i camminatori. Superata Bocca di Magra, alle cui spalle la valle dell’omonimo fiume - di cui Sarzana è il maggior centro culturale - insieme alla Val di Vara costituisce il polmone verde della zona, si arriva a Marinella, ultimo ‘avamposto’ della Liguria, prima di sbarcare in Toscana. Nell’interno, intanto, si sviluppano le fiorite, floride ed autentiche terre di Lunigiana e Garfagnana. Infine, i lidi marini di Carrara e Massa, anticipano l’elegante Versilia e la spumeggiante Viareggio, e allargando gli orizzonti, gli ambienti in cui regnano Pisa e la sua torre, Lucca e le sue mura, Firenze e la sue ineguagliabili storia, eleganza e cultura.